Novellara

Dopo scuola abusivo, 70 bambini cinesi

I carabinieri hanno scoperto un centro ricreativo dopo scuola abusivo a Mirandola (Modena), al quale avevano accesso una settantina di minorenni di origine cinese, tra questi anche un bambino di cinque anni. Il centro abusivo - hanno appurato le indagini compiute dall'Arma di Carpi, insieme ai colleghi di Mirandola - era stato ricavato all'interno di un'abitazione di un cinese di 47 anni. Sono sei, complessivamente, le posizioni al vaglio dei carabinieri, tutti asiatici. Nell'abitazione, che sarebbe ancora inagibile a causa dei danni subiti durante il sisma del 2012 in Emilia, i carabinieri hanno trovato tre stanze adibite ad aule, con precarie condizioni igienico-sanitarie. L'immobile è stato sgomberato ed i bambini trovati all'interno sono stati riaffidati ai rispettivi genitori. La situazione è stata rappresentata dai militari al sindaco di Mirandola affinché adotti i provvedimenti di competenza.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie